sfoglia la brochure

Oro d'oliva

Tutto ebbe inizio sul monte Olimpo, quando Atena chiese al padre Zeus che una regione della terra fosse consacrata al suo nome. Ma come Atena, anche Poseidone attendeva che Zeus gli assegnasse una regione. Tra le due divinità si originò un’accesa disputa per avere il dominio sull'Attica. Zeus decise di proclamare una sfida in modo da assegnare la supremazia a chi dei due avesse fatto alla regione il dono più utile: Poseidone toccò la terra con il suo tridente e generò una creatura mai vista prima: il cavallo; Atena, percorrendo il suolo con il suo giavellotto magico, fece crescere dal terreno un albero di olivo.La vincitrice fu Atena. Da quel giorno l’olivo si diffuse in tutto il Mediterraneo, in particolar modo lungo le coste italiane.                                                                                                               

L’olio di oliva possiede un forte richiamo simbolico: da secoli, difatti, evoca valori quali pace, fertilità, maturità e longevità. Riguardo quest’ultimo, il filosofo greco Democrito sosteneva che l’olio d’oliva, consumato costantemente e in associazione al miele, consentisse all’uomo di vivere fino a cent’anni. Effettivamente, in ambito alimentare, esso è dotato di eccellenti qualità nutritive che ne fanno il Re della dieta Mediterranea. 


L’Italia è il primo produttore al mondo di olio di oliva.  Le peculiari condizioni climatiche delle zone costiere rendono  l’habitat ideale al nobile albero d’ulivo. Quest’ultimo infatti, per rendere un raccolto abbondante, necessita di brevi inverni freddi, senza gelate primaverili che uccidano i fiori. Le lunghe estati calde e gli autunni miti consentono alle olive di giungere a maturazione.  Ma è grazie all’esperienza e alla tradizione delle famiglie, le quali da generazioni vivono protette dai possenti alberi, che possiamo godere dei profumi inebrianti e dei gusti decisi dell’”oro liquido”.

Terraedivinae - info@terraedivinae.com